Avevo scritto Racconti, Poesie, Testi per me e per vari personaggi dello spettacolo, programmi, varietà per Radio e per TV ma un Romanzo vero e proprio no.

Non è vero lo scrissi a 25 anni ed era un romanzo comico sui luoghi comuni che però lessi alle persone più care, agli amici e risero molto ma mai pensai di pubblicarlo.

Poi un giorno mi trovai di fronte ad una storia dentro un pezzo di giornale. Era la biografia espressa dal soggetto in questione che riportava 3 elementi: l'emarginazione, le carceri e i manicomi criminali. Dentro una fondamentale e breve storia d'amore.

Decisi di romanzare questa vicenda che si svolge a Genova. Comincia con un emigrato bambino a metà degli anni '50. Finisce con 20 anni di storia che nelle atrocità dei luoghi di reclusione hanno cercato di rendere invisibile il protagonista. Ma non ci sono riusciti. Da qui però nasce la Legge Basaglia.

Tutto è particolare in questo romanzo: la storia, il fatto che io ne sia venuta a conoscenza, il momento particolare della mia vita, e mia madre. Che c'entra, un giorno mi disse "tu scrivi, poi pubblicherai".

Mi chiamò la Neri Pozza che non conoscevo, mi aveva scelta e mi avrebbe pubblicata, una casa così raffinata e di prestigio che conta solo 15 autori italiani e mia mamma era andata in cielo 30 giorni prima. Io le avevo detto: "se puoi non rovinarti il Paradiso, ma mandami un segno".

Inaspettatamente sono entrata in tutte le librerie d'Italia con IL PICCOLO LUTRING editore Neri Pozza. L'avevi detto che avrei pubblicato cara mamma.

 

 

Copertina Romanzo IL PICCOLO LUTRING.jpg Presentazione del mio Romanzo Il Piccolo Lutring a Genova.jpg Presentazione del mio romanzo Il Piccolo Lutring al Teatro della Tosse a Genova.jpg

Presentazione del mio romanzo Il Piccolo Lutring con Giulietto Chiesa ed Ennio Remondino.jpg Presentazione e firma delle copie de Il Piccolo Lutring.jpg fa strano avere il proprio Romanzo in mano.jpg

presentazione de Il Piccolo Lutring alla mostra del Libro a Macomer.jpg